I vantaggi dell’accumulo energetico nel fotovoltaico

vantaggi accumulo fotovoltaico 1L’obiettivo di auto produrre, conservare e consumare l’energia da fonte solare rinnovabile grazie al fotovoltaico connesso a sistemi di stoccaggio non è più un’utopia, ma al contrario sta per diventare una validissima alternativa all’immissione e all’acquisto dalla rete dell’energia in surplus. In questo modo, l’abitazione resterebbe del tutto indipendente dal gestore dell’energia e si potrà consumare in altri momenti l’energia prodotta e conservata in quei giorni in cui non è stata sfruttata interamente o in quelli in cui si è stati assenti. Il guadagno sarà così tutto nell’autoconsumo, nella possibilità di sfruttare in proprio l’energia accumulata senza dover necessariamente utilizzare energia da comprare in rete.

Rendersi completamente indipendenti per il proprio fabbisogno di energia elettrica non è più impossibile e chi vorrà farlo potrà finalmente considerare la possibilità di conservare l’energia prodotta in esubero per fruirne in altri momenti come durante la notte o nelle giornate con scarso irraggiamento. Già oggi esistono in diverse proposte nel mercato con cui poter conservare l’energia tramite sistemi di accumulo specifici, 1e batterie di accumulo per il fotovoltaico, che permettono di ottimizzare i consumi senza nessuno spreco né immissione nella rete generale.

Utilizzando le riserve di energia stoccate, non ci sarà più bisogno di utilizzare quella del gestore e dunque non vi saranno costi in bolletta. Nella bolletta, infatti, rientrano solo quelle risorse energetiche consumate quando l’impianto fotovoltaico non produce. Va da sé che con una batteria di accumulo non si ha più bisogno del gestore nemmeno in quei momenti diventando così produttori e consumatori autosufficienti di energia rinnovabile.

Questi innovativi sistemi sono dotati di particolari meccanismi che valutano se l’energia appena prodotta dalle celle fotovoltaiche va immagazzinata, spostata per essere auto consumata o immessa in rete, stabilizzando allo stesso tempo la potenza energetica, rendendola continua e non variabile.

vantaggi accumulo fotovoltaico 2Un ulteriore vantaggio consiste nel fatto che il sistema di accumulo funziona di continuo e non risente in nessun modo di black-out della rete elettrica, dal momento che continua a immagazzinare e consumare energia in maniera del tutto autonoma. I passaggi di energia nella batteria (solitamente realizzata tramite litio) e nel circuito sono gestiti da una speciale centralina elettronica e da un software che, in caso di necessità, può comunque prelevare energia anche dalla rete del gestore. La stessa centralina gestisce la batteria in modo da caricarla sempre al massimo ottimizzando la sua durata.

Finora, gli impianti fotovoltaici non erano dotati di sistemi di accumulo e alcuni studi sui consumi hanno mostrato che l’autoconsumo “in itinere” non riesce a superare il 40% dell’energia prodotta con la restante quota che doveva essere necessariamente ceduta al gestore. Con i sistemi di accumulo, questa quota rimane nelle potenzialità dell’abitazione, rendendola indipendente.

Il maggior vantaggio del sistema di accumulo è proprio quello di stabilizzare l’energia elettrica rendendola continua e costante, anche se la fonte di partenza è discontinua: si accumula solo nelle ore del giorno, ma può essere utilizzata sempre, in modo continuo, in qualunque momento del giorno e della notte.

Ci sono poi anche altri vantaggi dei sistemi di accumulo con batteria che devono tenersi presenti:

–          Tariffa premio di autoconsumo che è pari a 0,16 euro per ogni kw prodotto e che permane anche in assenza degli incentivi;

–          Elettricità garantita costantemente stabilendo se e quando è necessaria l’energia dalla rete elettrica tradizionale;

–          Ne consegue un utilizzo della rete energetica tradizionale soltanto come “energia di scorta”.

immagini: morguefile.com

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>