Pannelli solari: qual è la loro durata?

L’ipotesi “garante” del funzionamento, prevede che i pannelli solari possano proseguire indisturbati la loro attività di ricezione dei raggi per un arco di tempo consistente di circa 25-30 anni. L’investimento quindi darà i suoi frutti non tanto all’inizio, quanto con l’approssimarsi dei quindici-vent’anni dal momento dell’installazione. I collettori termici invece (chiamati anche pannelli solari termici) hanno una durata consistentemente più bassa che si aggira attorno ai quindici anni.

Fin qui, la durata “garantita”, che non è detto corrisponda alla durata effettiva, la quale potrà essere anche di gran lunga superiore. Infatti, ad oggi i pannelli solari hanno una vita troppo breve rispetto al loro ingresso nel mercato per poter dire con certezza quanto i loro componenti siano in grado di perdurare nel tempo. Tuttavia, un primo paragone può essere fatto con i pannelli montati dai pionieri durante gli Anni Ottanta, e che oggi hanno misurato il rendimento attuale confrontandolo con quello iniziale. La perdita media individuata nell’immagazzinare energia solare, consta di un’oscillazione tra lo 0,4% e lo 0,9% all’anno. I dati attuali quindi sono confortanti, soprattutto se teniamo conto che queste cifre riguardano i primi pannelli solari, mentre quelli attuali dovrebbero essere stati notevolmente potenziati e migliorati.

Se le medie dovessero restare, ad esempio, quelle dello 0,4% di perdita l’anno, un pannello solare potrebbe funzionare al 60% della sua capacità iniziale persino ad un secolo (sì, proprio cento anni!) dal momento dell’installazione (vedere il grafico).

Al riguardo esiste poi anche un dato concreto. Il primo pannello solare del Regno Unito, infatti, è stato costruito circa sessant’anni fa. Ebbene, è ancora funzionante. Quest’apparecchio fu costruito nel 1950 da un insegnante di scienze che volle provare ad amici e colleghi come ottenere energia elettrica dal Sole non fosse un’utopia. Il dispositivo è un oggetto sferico (immagine qui accanto). L’aspetto è diverso dai pannelli attuali ed è basato sul selenio, ma il tipo di funzionamento è simile ai pannelli di oggi. Dopo sessant’anni è ancora in grado di far funzionare un orologio digitale. La notizia è stata pubblicata qualche tempo fa dal Daily Mail, come è possibile vedere su questa pagina web.

Ecco perché, forse, non siamo ancora in grado di sapere quanto possa effettivamente durare un pannello solare, ma possiamo soltanto fare delle stime.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>